Tu sei qui

Museo Geom-Minerario

La collezione mineralogico-geologica dell'Istituto di 3000 reperti circa, è andata costituendosi a partire dagli anni Venti del Novecento seguito di donazioni successive da parte dei periti minerari di Agordo e di alcuni privati.

La sezione mineralogica comprende minerali di interesse industriale - e i loro associati più comuni - provenienti dalle principali miniere italiane e, un po', da tutto il mondo: elementi nativi, solfuri, aloidi, ossidi, nitrati, carbonati, solfati, molibdati, cromati, wolframati, fosfati, arseniati, vanadati, minerali di torio e uranio, silicati.
Una classificazione particolare hanno ricevuto i minerali provenienti dai siti minerari storici dell'Agordino (Valle Imperina, Valle di San Lucano, Valle di Gares, miniera di Caprile, miniera di Colle Santa Lucia "Fursil", miniera del Passo Giau).

In un corridoio al primo piano sono collocate vetrine con la collezione di minerali della zona istriana, carsica e friulana dono del triestino Giorgio Rimoldi.
Completano la collezione due sterogrammi raffiguranti le miniere bellunesi di Valle Imperina (Agordo) e di Salafossa (San Pietro di Cadore), orami abbandonate.
Le rocce, ben assortite, appartengono alla serie stratigrafica dolomitica; sono presenti le tre principali categorie: magmatiche, sedimentarie e metamorfiche.
I fossili esposti risalgono all'Era Mesozoica e Cenozoica; in particolare sono ben rappresentati i periodi Triassico, Giurese, Cretaceo, Paleogene e Neogene; in generale si riferiscono alla serie stratigrafica-dolomitica.

INFO:
Indirizzo: Via 5 Maggio, 16 - 32021 Agordo (BL)

Num. Tel.: 0437/62015;
Fax: 0437/63360.

Dip. Amm.: Istituto Tecnico Industriale Statale "Umberto Follador"
Gestione: diretta

Orario: scolastico;
dal 15 giugno al 31 agosto è visitabile previo accordo con il Preside.

Ingresso: gratuito

Visite guidate: previo accordo con il Preside, sono a cura del responsabile.
Servizi offerti: consulenza a studiosi e scuole