Tu sei qui

Storia

L'Istituto Tecnico Industriale "UMBERTO FOLLADOR" vanta una lunga e consolidata tradizione in campo minerario.

La Scuola Mineraria di Agordo è stata istituita all'indomani della liberazione del Veneto dalla dominazione austriaca, nel 1867, con Decreto del Ministro dell'Industria Quintino Sella, per preparare all'industria italiana i futuri tecnici subalterni. Ma la nascita della Scuola può essere fatta risalire al secolo precedente con il Decreto che il Senato della Repubblica di Venezia -considerata l'importanza dei giacimenti di Valle Imperina emanò il 26 settembre 1775 ed in cui si tratta, specificatamente, dell'istruzione dei giovani da adibire ai lavori minerari.

Con il decreto di regificazione del 15.12.1927 la Scuola è passata dalle dipendenze del Corpo delle Miniere a quelle del Ministero della Pubblica Istruzione.
Con il 1° ottobre 1933 la Regia Scuola Mineraria di Agordo è stata trasformata in Regio Istituto Tecnico Industriale ad indirizzo Minerario, avviandosi a diventare la scuola d'oggi, con sempre nuove possibilità di sviluppo.
Nel 1962 all'indirizzo minerario è stato affiancato quello chimico al fine di soddisfare le richieste di tecnici specializzati in tale indirizzo che l'industria bellunese, in via di sviluppo, avanzava.
L'Istituto Professionale è nato come Scuola Tecnica aggregata all'Istituto Minerario; poi, trasformata in Istituto Professionale, è passato alle dipendenze dell'I.P.I.A. Brustolon di Belluno come Scuola Coordinata fino all’a.s. 1989/1990.
Il Liceo Scientifico è stato istituito nel 1987 come Sede Staccata del L.S. Galilei di Belluno per offrire ad Agordo un'alternativa all'offerta scolastica, limitata in precedenza all'istruzione tecnica e professionale. Tale istituzione corrispondeva all'esigenza di molti giovani interessati ad acquisire una formazione umanistico-scientifica, specificatamente finalizzata alla prosecuzione degli studi in un ampio ventaglio di facoltà universitarie, annullando la loro pendolarità verso Belluno, prova ne sia il suo continuo consolidamento.
Per razionalizzare la rete scolastica provinciale, queste due scuole sono state aggregate all'Istituto Tecnico Industriale Follador l'Istituto Professionale per l'Industria e l'Artigianato di Agordo ad indirizzo meccanico (1990) ed il Liceo Scientifico di Agordo (1994).
Sotto il profilo didattico ed educativo, è da rilevare l'impegno che l'Istituto ha sempre profuso per porre la formazione in grado di corrispondere -nonostante la stazionarietà dell'Ordinamento- alle esigenze socio-economiche, soggette a continuo cambiamento.

IL FOLLADOR ED IL TERRITORIO
A partire dagli anni sessanta, il bacino d'utenza, è stato teatro di un notevole sviluppo industriale del quale ha beneficiato il sistema socio-economico nel suo complesso, aumentando la richiesta di tecnici qualificati.
Infatti risultano insediate nel territorio fiorenti industrie, alcune di levatura internazionale, che operano in un ampio ventaglio di settori:
• imprese di costruzione di grandi opere d'ingegneria civile (scavo di gallerie, grandi vuoti sotterranei, dighe, consolidamento di terreni, lavori di difesa del territorio, ecc.);
• attività di cava per inerti e per pietre da costruzione ed ornamentali;
• produzione di materiali per l'edilizia (cementifici, fornaci di calce, di laterizi, di ceramiche, ecc.);
• industria chimica (galvanica, materie plastiche, ,ecc.);
• industria alimentare (lattiero-casearia, della birra, ecc.);
• industria per il trattamento dei rifiuti tossici e nocivi;
• industria degli occhiali, industria cartaria, impianti di refrigerazione industriale;
• industria meccanica (ferro-leghe, lavorazione dell'alluminio e dell'acciaio, macchinario industriale, manutenzione di impianti industriali speciali, ecc.);
• industria del legno (lavorazione primaria e secondaria, mobilifici, serramenti, ecc.);
• industria elettrica, elettromeccanica, elettrico-elettronica, edile;
• industria manifatturiera.
Completano il panorama delle attività presenti nel territorio un artigianato molto attivo ed efficienti Enti come l’A.R.P.A.V., gli Ospedali, il Centro Provinciale per la Protezione Civile, il Centro Valanghe, il Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, che manifestano necessità di personale con una specifica formazione per gestire, controllare, difendere il territorio.
L’Istituto mantiene e sviluppa con le aziende con gli Enti e con il mondo accademico rapporti di collaborazione volti a garantire un positivo collegamento col mondo del lavoro.
Va inoltre evidenziato che l’Istituto, grazie alla sua articolazione in più indirizzi, forma figure culturalmente preparate per una realtà in continua evoluzione.